La navata sinistra, sulla cui metà è posto l’ingresso laterale che arriva da piazza Garibaldi, conserva diverse opere tra tombe, altari e cappelle.

La navata sinistra del Duomo di Narni

Partendo dall’ingresso, sulla sinistra si incontra l’Altare di San Biagio, con tela di autore ignoto datata 1675, a seguire l’Altare di San Pietro, con sfondo architettonico rinascimentale, presenta una tela del forlivese Livio Agresti: la consegna delle chiavi a San Pietro del 1560.

Interessante, poi il Monumento al Senatore Pietro Cesi, opera attribuita a Bernardo da Settignano (1477) detto il Rossellino, ricordata dal D’Annunzio nella poesia dedicata alla città di Narni. 

Bello l’affresco della lunetta raffigurante la Madonna col Bambino, che qualcuno attribuirebbe a Pier Matteo d’Amelia.

La Cappella della Consolazione

Si incontra quindi un bell’esemplare di architettura toscana: la Cappella della Consolazione, detta del Coretto. Ad essa si accede attraverso una vetrata posticcia del 1700 che chiude un bellissimo arco sorretto da quattro colonne quattrocentesche.

La Cappella è stata costruita per volere del vescovo Pietro Gormaz, spagnolo, che resse la Chiesa di Narni dal 1490 al 1515. La dedicò alla Madonna della Consolazione, facendovi erigere una edicola di marmo scolpito, in cui fece racchiudere una tavola quattrocentesca; essa rappresenta la Madonna della Consolazione, di ispirazione bizantina.

Sul lato destro, opera di marmorari toscani o lombardi (scuola del Bregno), l’imponente sepolcro che il vescovo Gormaz si fece costruire; nel fondo la Madonna col Bambino, ai lati i santi Giovenale e Cassio e i santi Pietro e Paolo.

Gli stalli del coro (1726) sono di pregevole fattura, ma la loro presenza ha fatto perdere alla Cappella la sua unità architettonica.

Cappella della Consolazione o Cappella Gormaz, Cattedrale di Narni

La Statua di Sant'Antonio Abate del Vecchietta

Nell’angolo la Statua di Sant’Antonio Abate del Vecchietta del 1474: la statua fu commissionata dalla Compagnia di Sant’Antonio per la propria Chiesa esistente nei locali sottostanti la Sagrestia della Cattedrale.

Statua dei Sant'Antonio Abate del Vecchietta, nella Cattedrale di Narni

Cattedrale di San Giovenale

Indirizzo

Piazza Cavour – 05035 Narni TR

CONTATTI
ORARI

Orari di apertura:

  • dalle 8.00 alle 12.30
  • dalle 15.30 alle 19.00
DOVE PARCHEGGIARE

Lasciare l’auto presso il Parcheggio del Suffragio, salire in ascensore fino in Via Garibaldi raggiungendo Piazza Cavour

Scopri Narni

Continua a passeggiare insieme a noi scoprendo cosa vedere all’interno delle mura di Narni.

Oppure scopri i punti di interesse di Narni e del suo territorio.

Vista del Palazzo Vescovile di Narni da Piazza Cavour
Biblioteca

Palazzo Vescovile

Affacciato su piazza Garibaldi, con ingresso da Piazza Cavour, il Palazzo Vescovile è uno degli edifici più imponenti del centro storico di Narni. Il vescovado

scopri i dettagli
Gli affreschi della chiesa rupestre di Santa Maria della Rupe, prima sala del percorso di Narni Sotterranea a Narni in Umbria
Città di Narni

Narni Sotterranea

Più che un complesso di chiese e ambienti ipogei, Narni Sotterranea è una storia: la storia della sua incredibile scoperta nel 1979 e le vicissitudini

scopri i dettagli

Comune di Narni

Piazza dei Priori, 1 – 05035 Narni (TR)

Tel. 0744.7471 Fax 0744.715270

P.IVA 00178930558 IBAN IT40G0631572711000080000325

Posta certificata: comune.narni@postacert.umbria.it