Raggiungibile attraverso un suggestivo percorso immerso nel verde di un bosco di querce e lecci Ponte Cardona è l’ultimo dei quattro ponti dell’Acquedotto Romano della Formina e si trova a pochissima distanza dal Centro Geografico d’Italia.

Ponte Cardona: dall Acquedotto della Formina al Centro Geografico d’Italia.

Il suggestivo ponte, lungo circa 19 metri, si presenta col suo arco a tutto sesto che emerge nel groviglio della vegetazione spontanea del Fosso dei Collari, nella maggior parte dell’anno asciutto ma capace di notevole portata in periodo di piogge.

La volta originaria, i piedritti e parte delle spalle sono ben conservate e tutt’oggi visibili. 

Anche in questo caso, come per gli altri ponti che costituiscono l’acquedotto, la lavorazione è piuttosto accurata: il ponte è dotato di un leggero bugnato – solo in alcune parti, segno evidente che la lavorazione era dettata dal risparmio di tempo, piuttosto che da un vero e proprio progetto architettonico – che risalta grazie all’anathyrosis.

Ponte Cardona ha seguito il destino degli altri ponti che costituiscono l’acquedotto, subendo numerosi restauri nel corso dei secoli, così come il cunicolo dove passava l’acqua.

Ponte Cardona, Acquedotto della Formina di Narni

Il Centro Geografico d’Italia.

È grazie all’interessamento dello studioso Giuseppe Angeletti e il coinvolgimento dell’Istituto Geografico militare di Firenze che, nel 2006, è stato individuato in località “Casa Erbabigia” – a poca distanza dal ponte – il Centro Geografico dell’Italia peninsulare (Latitudine NORD 42° 30’ 15,5″Longitudine EST 12’34’21,5″).

La visita al bosco e il ponte lungo la strada della Formina.

Il bosco che circonda il sito in cui sorge il ponte, è un paradiso naturale: numerose sono le specie animali e vegetali che abitano questa porzione di territorio poco distante dal centro della città di Narni.

È possibile raggiungere il Ponte Cardona e il Centro Geografico d’Italia attraverso un suggestivo sentiero – facente parte del più impegnativo Sentiero dell’Acquedotto della Formina – che, partendo da un apposito parcheggio, attraverso 900 metri ripercorre il tracciato dell’acquedotto.

La Leggenda di Giovenale.

È proprio in questa zona che ebbe luogo la famosa Leggenda di Giovenale.

La storia racconta di un vecchio frate che scendeva tutti i giorni dall’Eremo di Sant’Urbano per raggiungere la città di Narni per la questua. 

Ogni giorno, il giovane Giovenale, che abitava nei pressi di Ponte Cardona, se vedeva che il frate non aveva ricevuto niente, gli offriva sempre qualcosa da mangiare e da bere.

Un giorno Giovenale capì che il frate era morto, poiché al suo posto ne passò uno più giovane.

Quella notte il frate gli parlò in sogno di un grandissimo tesoro “Mille e più monete d’argento del tempo di Marco Cocceio Nerva, l’imperatore nato a Narni, oggetti d’oro e pietre preziose in numero tale da diventare ricchi come tutti i nobili del contado messi insieme”.

Giovenale andò nel punto indicato e cominciò a scavare, ma quando trovò qualcosa la natura gli si rivoltò contro: un violento acquazzone fece scappare tutti gli animali e straripare il torrente mettendo in pericolo la sua vita. 

Allora capì che trovare il tesoro significava condividerlo con le persone che ne avevano bisogno. 

Scavò di nuovo, trovò il tesoro e lo condivise per migliorare la città e le persone che la abitavano.

Molti però sostengono che quel tesoro non sia mai stato ritrovato…

Ponte Cardona

Indirizzo

Loc. Santa Lucia, Str. dei Pini, 21 05035 Narni TR

CONTATTI

Tel. 0744 747277

Web:

Per raggiungere il Ponte Cadorna è bene lasciare la macchina nel parcheggio dedicato, seguire il suggestivo percorso di 900 mt. nel bosco prima di raggiungere il monumento e il cippo del Centro Geografico d’Italia

DOVE PARCHEGGIARE

Si consiglia di parcheggiare l’automobile nei pressi dei resti del Parcheggio “Centro Geografico d’Italia”, poi percorrere il sentiero che porta al ponte

Scopri Narni.

Continua a scoprire con noi i luoghi fuori le mura di Narni.

Oppure scopri i punti di interesse di Narni e del suo territorio.

Vista aerea dell'Abbazia di San Cassiano a Narni
Abbazia

Abbazia di San Cassiano

Edificata, in una posizione difficile da raggiungere, sulle pendici scoscese del monte Santa Croce, l’Abbazia Benedettina di San Cassiano è una struttura fortificata che domina

scopri i dettagli
Veduta del Mulino dei Marchesi Eroli, del Giardino e parte del ponte sulla via Flaminia a Narni
Cosa Vedere

Mulino dei Marchesi Eroli

Il Mulino dei Marchesi Eroli sorge sulle rive del fiume Nera, in un contesto di grande importanza storico artistica e naturalistica, caratterizzato dall’antica via Flaminia,

scopri i dettagli

Comune di Narni

Piazza dei Priori, 1 – 05035 Narni (TR)

Tel. 0744.7471 Fax 0744.715270

P.IVA 00178930558 IBAN IT40G0631572711000080000325

Posta certificata: comune.narni@postacert.umbria.it